Aspra

 
 

 

Nel mezzo di Sabin, su tormentato

suolo da apocalittico bollore

le punte cinque colli (1) traggon fuore ;

Nano ploton di più alti monti allato.

 

S’un con di questi, il meglio conformato,

nel più vivo del sasso, ebbe l’onore

veder la luce, in epoca anteriore

forse alla storia, il mio paese amato.

 

Casperia si nomò, come Virgilio

menzion ne fe’ nell’immortal poema,

che in Aspra poi cangiò dopo il periglio.

 

Corso col suo rival di riva estrema (2).

Oggi in me trova un suo devoto figlio

umil cantor di sua beltà suprema.

 

 

 

                                                (1) Monte Cavallo, Colle d’Aspra, Caprignano,

                                                     Colle Perrini, Monte Fiolo

                                                (2)  Caprignano